Milano, 4 ottobre 2021 –  Progress Tech Transfer – il fondo lanciato da MITO Technology e finalizzato alla valorizzazione delle tecnologie nel campo della sostenibilità – ha annunciato un investimento dal valore complessivo di € 200.000 nel progetto Smartglasses di Dynamic Optics. Quest’ultimo ha l’obiettivo di sviluppare delle lenti speciali che, cambiando forma, potranno supplire alla presbiopia, ovvero alla naturale incapacità di messa a fuoco dell’occhio, patologia che si palesa intorno ai 40 anni di età nella quasi totalità delle persone. Grazie a questa nuova tecnologia sarà possibile sviluppare occhiali che in modo autonomo ripristinino la messa a fuoco, supportando le persone presbiti nello svolgimento di attività lavorative di precisione.

“Con il fondo Progress Tech Transfer abbiamo scelto di investire in questo progetto – ha dichiarato Francesco De Michelis, Amministratore Delegato di MITO Technology – perché sposa in pieno la nostra mission: colmare un vuoto nel mercato del capitale di rischio supportando iniziative con una forte connotazione tecnologica che ambiscono a offrire risposte in tema di sostenibilità”.

Dynamic Optics, spin off dell’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie del Consiglio Nazionale delle Ricerche, fondata da Stefano Bonora e parte del gruppo Officina Stellare, è attiva nel settore dell’ottica adattiva dal 2017 e fornisce dispositivi e sistemi con ottiche deformabili per la microscopia, oftalmologia, laser communication ed astronomia a livello mondiale.

“Le ottiche deformabili sono da tempo utilizzate nella progettazione e costruzione di grandi telescopi per osservazioni astronomiche. In questo progetto utilizzeremo le conoscenze acquisite in ottica adattiva per migliorare la visione delle persone e quindi il loro benessere. Questo è possibile grazie alla capacità creativa di Dynamic Optics che è stata in grado di rendere indossabile ciò che è sempre stato pensato per grandi apparati strumentali”, ha dichiarato Stefano Bonora co-fondatore di Dynamic Optics.

Il fondo Progress Tech Transfer è stato lanciato lo scorso gennaio con una dotazione iniziale di 40 milioni di euro – e un target di raccolta da 50 milioni – sottoscritti pariteticamente dal Fondo Europeo degli Investimenti (FEI, con fondi InnovFin – Eu Finance for Innovators, strumento finanziario sviluppato nell’ambito di Horizon 2020) e da Cassa Depositi e Prestiti (CDP) nell’ambito della piattaforma ITAtech. Il fondo ha un focus ben definito e una connotazione tecnologica aperta, puntando a realizzare investimenti su tecnologie e start-up che accrescano la sostenibilità, nei macro segmenti ambiente ed energia; nuovi materiali e servizi smart, foodtech e agrotech.

MITO Technology è la società italiana che da più di dieci anni si occupa della valorizzazione dei risultati della ricerca a supporto di università ed enti pubblici, e vanta relazioni consolidate con le principali realtà europee per il trasferimento tecnologico.

È l’advisor strategico del fondo e assicura il collegamento con il mondo della ricerca in Italia per lo scouting di tecnologie e start-up.

***

Su ITAtech

ITAtech è lo strumento dedicato al finanziamento dei processi di “trasferimento tecnologico”, finanziato dal Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) e Cassa depositi e prestiti (CDP) con l’obiettivo di supportare, catalizzare e accelerare la creazione di spin-off universitari e la valorizzazione della proprietà intellettuale ad elevato contenuto tecnologico generata dalla ricerca Italiana.

Su InnovFin

InnovFin – Eu Finance for Innovators è lo strumento finanziario sviluppato nell’ambito di Horizon 2020 – il programma europeo per la ricerca e l’innovazione – volto a facilitare l’accesso ai finanziamenti per le imprese innovative. InnovFin catalizzerà l’iniezione di circa 50 miliardi di euro in investimenti in ricerca e sviluppo in tutta Europa.

Le imprese possono accedere a InnovFin ed altri strumenti finanziari EU attraverso alcune istituzioni finanziarie dedicate in ogni Paese europeo: http://www.access2finance.eu/.

***